abbiamo utilizzato: Burro Galbani Professionale 1 Kg Burro in formato da 1 Kg incartato in alluminio vai al prodotto

Molti piatti della tradizione povera e contadina sono oggi stati nobilitati dalla cucina contemporanea e inseriti nei menù di grandi ristoranti come di trattorie tipiche.

Uno di questi è la zuppa di cavolo nero, una ricetta semplice e gustosa della cucina toscana, che prevede una lenta cottura di questo ortaggio dalle foglie scure in accompagnamento ad altre verdure, in genere fagioli, ma spesso anche lenticchie e patate.

Per ottenere una zuppa densa e saporita, conviene utilizzare i fagioli cannellini, o quelli già lessati o anche quelli secchi, purché li ammolliate per 12 ore prima di metterli nella pentola assieme agli altri ingredienti.

Una volta pronta, potete servirla sul momento, calda e fumante, con l’aggiunta dell’olio a crudo e di qualche spezia, oppure lasciarla raffreddare e gustarla fredda e densa, quando il pane avrà assorbito una buona parte della minestra.


  • Per preparare la zuppa di cavolo nero, per prima cosa lavare, mondare e tritare finemente le cipolle e l’aglio, lavare e mondare il cavolo nero, separando le foglie morbide dalle coste.

  • Versare l’acqua in una pentola dai bordi alti, aggiungervi 200 g di fagioli e tritarli con un frullatore a immersione.

  • In una pentola a parte, scaldare il Burro Galbani Professionale e far rosolare l’aglio e la cipolla.

  • Una volta che saranno appassiti, aggiungere la passata di pomodoro e l’acqua dove avete frullato i fagioli.

  • Aggiungere la maggiorana, salare e spolverizzare un po’ di peperoncino e portare il tutto ad ebollizione.

  • Una volta giunti a bollore, abbassare il fuoco, quindi spezzettare le foglie di cavolo nero con le mani e aggiungerle alla minestra, insieme ai fagioli rimasti.

  • Mettere il coperchio e fare cuocere il tutto a fuoco dolce per circa 30 minuti.

  • Nel frattempo affettare il pane secco con un coltello o spezzarlo con le mani, e disporlo nei piatti da portata.

  • Trascorso il tempo indicato, versare la zuppa di cavolo nero nei piatti, sopra i pezzi di pane raffermo, aggiungere un filo d’olio extravergine d’oliva a crudo e servirla calda o fredda, a seconda delle vostre esigenze.