abbiamo utilizzato: Pecorino Cademartori 1,5 Kg Pecorino semiduro a media maturazione prodotto con 100% latte ovino sardo in formato da 1,5 Kg vai al prodotto

Un primo piatto profumato e invitante. Le trofie al pesto sono una deliziosa portata che nasce dalla fantasia culinaria genovese. La realizzazione di questa portata arricchirà il vostro menu di sapidità tipiche e davvero speciali.

Quella proposta oggi è una ricetta classica che verrà insaporita dall’impiego di un formaggio dal gusto importante: il Pecorino Cademartori.

Le trofie al pesto sono uno dei modi migliori per gustare una salsa tanto famosa quanto saporita e profumata, caratterizzata dal colore verde del basilico e da un intenso profumo mediterraneo.


  • Per preparare le trofie al pesto prima di tutto versare sulla spianatoia la farina a fontana, unirci un pizzico di sale e impastarla aggiungendoci poca acqua per volta; lavorarla fino a ottenere una pasta piuttosto soda; dopodiché staccarne dei pezzetti formando dei cilindri grossi quanto una matita. A operazione conclusa, tagliarli in pezzetti lunghi 1,5 cm.

  • A questo punto, mettere su ogni pezzetto di pasta l’apposito ferretto, quindi arrotolarlo sulla spianatoia sotto il palmo della mano aperta in modo da ottenere delle piccole spirali.

  • A operazione conclusa sistemare la pasta su un vassoio infarinato.

  • Portare a ebollizione abbondante acqua salata, versarci dentro le trofie, mescolarle e farle cuocere a fuoco vivace per pochi minuti.

  • Intanto prendere una zuppiera, metterci il pesto, aggiungerci 2 cucchiai d’acqua bollente di cottura della pasta, l’olio extravergine d’oliva, un pizzico di pepe e il Pecorino Cademartori. Appena cotta, scolare la pasta, versarla dentro la zuppiera, mescolare tutto molto bene e servire le trofie al pesto belle calde.