abbiamo utilizzato: vai al prodotto

Lo strudel di pere è una variante golosa del classico strudel di mele tipico del Trentino Alto Adige. Servire questo dolce ai clienti, in ogni momento della giornata, significa dare prova di un lavoro artigianale che tiene conto delle tradizioni della gastronomia dolciaria italiana.

Le pere vanno caramellate insieme a pinoli e uvetta, e il tutto va a farcire la pasta sfoglia. Inoltre, per rendere il tutto più gustoso e raffinato, abbiamo pensato di suggerirvi un compagno di valore: la Crema Dolce alla Ricotta Santa Lucia, già buona da sola, ma perfetta se gelata e vicino allo strudel di pere.

Lo strudel di pere può essere servito a colazione, a merenda, a fine pasto, ma anche come dolce da viaggio, per i turisti che devono ripartire per altre destinazioni o per chi deve affrontare delle gite fuori porta e ha bisogno di una merenda al sacco golosa.


  • Preriscaldare il forno a 180° e mettere la Crema Dolce alla Ricotta Santa Lucia in congelatore per mezz’ora.

  • Sbucciare e tagliare a dadini le pere e farle caramellare in un pentolino con lo zucchero, i pinoli e l’uvetta.

  • Stendere la pasta sfoglia e versarvi la farcitura di pere caramellate prestando attenzione a lasciare i bordi liberi.

  • Arrotolare la pasta sfoglia e dargli la tipica forma dello strudel. Sigillare per bene i bordi per evitare che la farcitura fuoriesca.

  • Infornare per 30 minuti a 180°, dopodiché lasciar raffreddare.

  • Spolverizzare lo strudel di pere con la cannella e servirlo affiancandogli la Crema Dolce alla Ricotta Santa Lucia gelata.