abbiamo utilizzato: Pecorino Stagionato Riserva Nera Cademartori 3 Kg Formaggio pecorino in forme da 3 Kg circa prodotto in Sardegna con solo latte di provenienza locale vai al prodotto

La cucina tipica del Lazio arricchisce con piatti ricchi di sapore l’elenco delle pietanze che fanno parte della cucina italiana.

Non fa eccezione la pasta cacio e pepe che è un cardine fondamentale di quel territorio. I primi piatti della cultura laziale sono molto conosciuti: cacio e pepe, gricia, bucatini all’amatriciana, carbonara, ricette classiche, molto amate e richieste al ristorante.

La pasta cacio e pepe non è una pasta qualunque, la sua preparazione sembra facile ma nasconde delle insidie perché non si tratta solo di semplice pasta condita con del formaggio grattugiato.

Il formaggio, infatti, deve essere lavorato, sciolto nell’acqua di cottura ricca di amido in modo da formare una crema che rende questa ricetta incredibilmente buona.

Per rispettare la ricetta anche il pepe deve essere macinato al momento. Per essere proprio precisi dovrebbe venir pestato al mortaio.


  • Per preparare gli spaghetti cacio e pepe grattugiare in una ciotola piuttosto capiente il Pecorino Riserva Nera Cademartori.

  • Unire il pepe nero macinato o pestato al momento e mescolare i due ingredienti.

  • Bollire in abbondante acqua salata con un pugno di sale gli spaghetti. Quando gli spaghetti saranno cotti al dente, scolarli usando un mestolo forato o usare uno scolapasta facendo attenzione a mantenere l’acqua di cottura.

  • Versare la pasta nella terrina con il formaggio e il pepe e bagnare subito con un mestolo di acqua di cottura bollente.

  • Mescolare in modo veloce gli spaghetti così da far sciogliere il formaggio con l’acqua calda e il calore degli stessi. Se gli spaghetti dovessero essere ancora piuttosto asciutti, aggiungere altra acqua.

  • Mettere la pasta nei piatti, rifinire con una spolverizzata di pepe nero e servire immediatamente.