abbiamo utilizzato: Ricotta Bassa Umidità Galbani Professionale 5 Kg Ricotta a bassa umidità in sacco da 5 Kg vai al prodotto

La pasta fresca all’uovo è una grande bontà della cucina italiana.

Una ricetta classica è la pasta ripiena come ad esempio i ravioli che esprimono al meglio la bontà di questa preparazione.

Una ricetta tradizionale che regala uno dei primi piatti più apprezzati e di grande pregio: una sfoglia sottile di pasta fresca che racchiude dentro di sé un morbido ripieno, delicato e saporito. Creare un raviolo è un’arte: gli ingredienti che compongono il ripieno devono essere dosati in modo da poter riconoscere ogni singolo sapore ad ogni boccone; la quantità della farcia non deve essere troppa ma nemmeno troppo poca, la pasta va tirata sottile ma non deve rompersi e il raviolo non deve aprirsi in cottura.

Il ripieno dei ravioli può essere fatto con svariati ingredienti a base di carne, di pesce o verdure. I più comuni sono quelli con le verdure: asparagi, carciofi, zucca, funghi o spinaci sono solo gli esempi più classici. La ricetta che prepareremo dei ravioli ricotta e spinaci racchiude un ripieno di spinaci reso morbido dall’impiego della ricotta.

Poi per quanto riguarda il condimento, la scelta è molto ampia; tuttavia un semplice sugo al pomodoro o del burro sono quelli più indicati per non coprire il sapore fresco e leggero sprigionato da questi piccoli scrigni di bontà.

Ed è proprio il classico condimento a base di burro, parmigiano grattugiato e salvia fresca che accompagnerà i ravioli ricotta e spinaci che prepareremo.


  • Per preparare i ravioli ricotta e spinaci cominciare dalla realizzazione della pasta all’uovo: setacciare su una spianatoia la farina 00 e la farina di semola rimacinata di grano duro, formando la classica fontana. Al centro della fontana rompere le uova. Amalgamare le uova con l’ausilio di una forchetta, incorporando lentamente la farina, poi impastare con le mani. Impastare energicamente sino a ottenere una pasta elastica e liscia. Avvolgere il panetto di pasta con della pellicola per alimenti e farla riposare per 30 minuti a temperatura ambiente.

  • Lavare e pelare le patate, ridurle a tocchetti e farle cuocere a vapore.

  • Nel frattempo pulire gli spinaci, selezionando le foglie migliori. Lavare la verdura più volte in acqua fresca e scolarla. Mettere a cuocere gli spinaci in un tegame senza aggiungere altra acqua, quella residua dell’ultimo lavaggio sarà sufficiente per cuocerli. Scolare e strizzare bene gli spinaci con le mani per far perdere l’acqua ancora in eccesso. Tritare gli spinaci molto finemente a coltello e raccoglierli in una ciotola capiente.

  • Unire agli spinaci le patate cotte al vapore, il Formaggio Grattugiato Pastissimo Galbani Professionale e la Ricotta Bassa Umidità Galbani Professionale. Insaporire con una grattata di noce moscata, un pizzico di sale e pepe e amalgamare alla perfezione tutti gli ingredienti; trasferire il ripieno in un sac à poche.

  • Stendere la pasta con il mattarello oppure con la macchina per la pasta e stenderla sul ripiano spolverizzato di semola. Disporre delle piccole noci di ripieno sopra alla pasta distanziandole di cinque centimetri l’una dall’altra. Coprire con un’altra sfoglia di pasta e premere attorno al ripieno con la punta delle dita per far uscire tutta l’aria e sigillare il contenuto. Con una rotella dentellata tagliare i ravioli: la dimensione consigliata è quella regolare di cinque centimetri per lato.

  • Sciogliere in una padella ampia il Burro Galbani Professionale e insaporirlo con la salvia e il Formaggio Grattugiato Pastissimo Galbani Professionale. Mescolare bene gli ingredienti per fonderli. Togliere le foglie di salvia.

  • Cuocere i ravioli in abbondante acqua salata per 4 minuti e scolarli con l’aiuto di una schiumarola. Adagiare i ravioli nella padella con il burro e rigirarli molto delicatamente per far assorbire il condimento.

  • Dividere i ravioli nei piatti da portata e decorare con del pepe nero macinato fresco. Servire subito.