abbiamo utilizzato: Galbanino 930 g Formaggio Galbanino in formato da 930 g vai al prodotto

La panzanella è un piatto che fa parte della cucina Toscana, nato come piatto da riciclo per non sprecare il pane raffermo e gli ingredienti di stagione a disposizione nell’orto.

Negli anni la ricetta è stata rivista e resa un piatto davvero interessante.

La versione classica della panzanella si prepara con fette di pane toscano raffermo, pomodori maturi e cipolla rossa oppure si possono aggiungere altri ingredienti per avere saporite varianti: formaggio, tonno, sedano, qualche cetriolo e carota.

Una vera delizia da gustare tutto l’anno ma soprattutto nel periodo estivo quando il pomodoro è più buono e si vogliono realizzare spuntini veloci.

Essendo un piatto che viene preparato senza cottura, lo si può servire come antipasto, contorno veloce o presentarlo come simpatico finger food.

Quando in cucina si rischia di esaurire i piatti pronti di panzanella, servirà pochissimo tempo per preparare altre porzioni.


  • Per realizzare la preparazione della panzanella, cominciare tagliando la crosta delle fette di pane raffermo, mettere la mollica in ammollo in acqua con 20 ml di aceto finché non si sarà ammorbidita. Lasciarla in ammollo per circa 10 minuti.

  • Aiutandosi con un pela verdure, sbucciare i cetrioli e tagliarli a rondelle sottili, lavare i pomodori, tagliarli a metà e poi ancora in quarti, sbucciare la cipolla e affettarla finemente, poi prendere il Galbanino e tagliarlo a cubetti.

  • Riprendere il pane e strizzarlo per bene, spezzettarlo, metterlo in una bacinella, poi aggiungere il basilico (spezzando le foglie con le mani a metà) e tutte le verdure tagliate.

  • Condire la panzanella con l’olio extravergine d’oliva, aceto di vino bianco, sale e pepe, girare delicatamente e infine aggiungere i cubetti di Galbanino. È possibile servire la panzanella immediatamente oppure farla riposare in frigorifero per un’ora in maniera da far amalgamare meglio tutti i sapori.