abbiamo utilizzato: Filante Filone Galbani Professionale 2 Kg Formaggio filante da 2 Kg vai al prodotto

Le frittelle di zucca sono qualcosa di unico da proporre ai vostri clienti o ai vostri ospiti. Prepararle non è difficilissimo, ma bisogna fare attenzione soprattutto all’impasto della pasta lievitata.

Grazie a ingredienti come la zucca, i dadini di Filante Filone Galbani Professionale e le listarelle di Speck La Galbaneria, le frittelle acquisteranno un sapore sfizioso, diverso dalle altre e compatibile non solo con il periodo autunnale, ma anche in altre stagioni, visto che ormai la zucca è sempre presente tra i banchi dell’ortolano o del supermercato.

Le nostre frittelle possono essere servite come antipasto in ogni tipo di pranzo o cena, come cibo stuzzicante per un buffet aziendale o per una festa all’interno del vostro locale. La praticità della ricetta e il sapore stuzzicante vi obbligheranno a prepararne moltissime per soddisfare il palato di tutti i clienti.


  • Versare il sale, lo zucchero, la farina setacciata, l’acqua e l’olio extravergine di oliva all’interno di una impastatrice. Unire il lievito e impastare per 20 minuti. Coprire l’impasto con un panno e far lievitare per 60 minuti.

  • Pulire la zucca e tagliarla a dadini di 1 centimetro per lato.

  • Far sciogliere il Burro Galbani Professionale in una padella antiaderente, aggiungere il rosmarino e la salvia tritati, poi la zucca a dadini e lasciarla ammorbidire a fuoco medio per qualche minuto.

  • Tagliare il Filante Filone Galbani Professionale a dadini e lo Speck La Galbaneria a listarelle.

  • Aggiungere la zucca, un pizzico di pepe, il Filante Filone Galbani Professionale e lo Speck La Galbaneria all’impasto lievitato e impastare per qualche minuto per far amalgamare tutti gli ingredienti delle frittelle di zucca.

  • Ricavare dei quadratini o rettangoli dalla pasta lievitata e metterli su una spianatoia.

  • Scaldare l’olio di semi di girasole in padella e friggere le frittelle di zucca.

  • Scolare ogni frittella di zucca per bene e servirle ben calde dopo averne salato leggermente la superficie.