abbiamo utilizzato: Galbanino 930 g Formaggio Galbanino in formato da 930 g vai al prodotto

Un piatto dall’aspetto rustico ma dal sapore intenso, la crostata di patate è una di quelle preparazioni che dovete sempre tenere a mente, se volete preparare un piatto semplice e gustoso, con poco sforzo dietro ai fornelli.

Perfetta per essere servita calda come secondo, o anche fredda come stuzzichino da aperitivo o come pranzo veloce da asporto, questa preparazione si basa sull’abbinamento di ingredienti semplici e gustosi: al morbido impasto a base di patate schiacciate, viene infatti abbinata la golosità del Prosciutto Cotto Galbacotto e la sfiziosa componente filante del Galbanino.


  • Per cucinare la crostata di patate, cominciare lavando e pelando le patate, quindi lessarle in una pentola di acqua bollente salata per 30 minuti.

  • Una volta lessate, scolare le patate e ridurle in purea, passandole nello schiacciapatate.

  • In una ciotola a parte sbattere le uova e unire il formaggio grattugiato, l’erba cipollina tritata, il pepe e il Burro Galbani Professionale fuso, serbandone 5 g da parte.

  • Unire anche le patate schiacciate e impastare con le mani o con le fruste della planetaria, fino a ottenere un composto denso e lavorabile.

  • Ungere uno stampo per crostate con il restante burro, spolverizzare sopra il pangrattato e versare al suo interno l’impasto, tenendone da parte 1/4 del totale.

  • Schiacciare l’impasto con le mani umide modellando dei bordi rialzati, quindi porre le fette di Prosciutto Cotto Galbacotto sulla superficie della torta.

  • Ridurre il Galbanino a dadini e disporlo sulle fette di prosciutto per terminare la farcitura della crostata.

  • Porre l’impasto avanzato in un sac à poche con beccuccio liscio e utilizzarlo per creare sulla superficie della preparazione la griglia a losanghe tipica delle crostate.

  • Infornare il tutto a 180° per 30°, fino a quando la superficie della preparazione non risulterà bella dorata.

  • Terminato il tempo previsto, sfornare la crostata di patate e servirla calda o tiepida, in base alle vostre esigenze.