abbiamo utilizzato: Burro Galbani Professionale 1 Kg Burro in formato da 1 Kg incartato in alluminio vai al prodotto

Le crêpes al salmone che vi proponiamo sono una leccornia che verrà realizzata con una pastella preparata con il Latte Intero Pastorizzato Locatelli e il Burro Galbani Professionale, e arricchita, tra gli altri ingredienti, dal sapore del salmone affumicato.

La sapidità intrigante di questo pesce sarà presente anche nella farcia a base di Crescenza Certosa.

Piegate a ventaglietto, queste crêpes al salmone saranno particolarmente golose e verranno servite direttamente senza un’ulteriore cottura.

La loro consistenza sarà graditissima al palato degli ospiti del vostro locale; a tavola questo piatto aprirà, infatti, una parentesi appetitosa e indimenticabile!


  • Per preparare le crêpes al salmone, tritare finemente l’erba cipollina, il salmone e lo scalogno; quindi tenerli in attesa.

  • Ora prendere una ciotola, romperci dentro le uova, versarci la farina e una parte di Latte Intero Pastorizzato Locatelli; poi insaporire con sale e pepe, aggiungere il trito in attesa e lavorare il tutto con una frusta sbattendo bene il composto fino a renderlo omogeneo.

  • A questo punto, unire il Latte Intero Pastorizzato Locatelli avanzato, e, senza smettere di sbattere, incorporare il Burro Galbani Professionale fuso. Fare riposare la pastella per 30 minuti.

  • Trascorso il tempo indicato, prendere una crepiere, farla scaldare e versare poca pastella per volta distribuendola alla perfezione di modo che veli per bene il fondo; dopodiché fare rassodare la preparazione da un lato; quindi voltarla delicatamente dall’altra parte per farla cuocere.

  • A cottura raggiunta, trasferirla su un piatto e proseguire con la realizzazione di tutte le crêpes fino a esaurimento degli ingredienti.

  • Infine, prendere una terrina, metterci dentro la Crescenza Certosa e unirci il salmone precedentemente tagliato a julienne. Mescolare il tutto e spalmare la farcia su tutte le crêpes al salmone; ora piegarle a metà e poi ancora a metà in modo da ottenere un triangolo.

  • Terminata l’operazione di farcitura, servire la pietanza.