abbiamo utilizzato: Pancetta affumicata La Galbaneria 1,8 Kg Pancetta affumicata di forma rettangolare, dalla pasta compatta con venature di grasso vai al prodotto

La carbonara è un classico dei piatti italiani, nato come tipico pasto semplice dei carbonari, ha subito nel tempo tante variazioni che lo hanno reso un piatto immancabile nei menù dei ristoranti.

Tra le tante varianti che si possono preparare, la carbonara di carciofi è forse una delle più saporite e stuzzicanti.

Elegante con i suoi colori, è perfetta per essere servita nei menù delle cerimonie, o nei buffet salati; data la stagionalità degli ingredienti, imbandisce con successo anche le tavole delle feste.


  • Per preparare la carbonara di carciofi, tagliare le punte spinose dalla verdura, eliminare le foglie più dure e il gambo; dividere i carciofi a metà e togliere il fieno, quindi affettare sottilmente e porre in una ciotola d’acqua acidulata con limone.

  • Scaldare l’olio extra vergine d’oliva in una padella, aggiungere l’aglio schiacciato e far insaporire; successivamente toglierlo e aggiungere i carciofi scolati e far saltare per qualche minuto; aggiungere un po’ d’acqua e fare stufare fino a quando saranno morbidi e l’acqua completamente evaporata.

  • Tagliare sottilmente la Pancetta Affumicata La Galbaneria e farla saltare in padella per renderla croccante.

  • In una ciotola sbattere le uova, aggiungere un paio di cucchiai d’acqua per non farle rassodare; unire un filo d’olio extra vergine d’oliva e una generosa macinata di pepe.

  • Riempire una pentola capiente d’acqua, porla sul fuoco e portare a ebollizione, quindi salare e aggiungere i fusilli; cuocere molto al dente, scolare e aggiungere la pasta nella padella con i carciofi, unire l’acqua di cottura sufficiente per portare a cottura la pasta e mescolare bene.

  • Togliere dal fuoco e versare la pasta nella ciotola con le uova: mescolare rapidamente, aggiungendo ancora una macinata di pepe.

  • Servire la carbonara di carciofi guarnendo i piatti con la Pancetta Affumicata La Galbaneria croccante.