abbiamo utilizzato: Burro Galbani Professionale 1 Kg Burro in formato da 1 Kg incartato in alluminio vai al prodotto

Tra i secondi di carne, l’agnello alla cacciatora è un piatto semplice da fare, che non può mancare nel menù di una trattoria tipica, come di un ristorante di livello.

Il segreto per ottenere un ottimo agnello è procurarsi della carne e tagliarla in pezzi di grandezza simile, in modo che cuociano in maniera uniforme.

Una volta preparato un soffritto, non dovrete fare altro che scottare la carne nel Burro Galbani Professionale e sfumarla con un buon vino rosso, per renderla ancora più saporita. Per una riuscita perfetta, l’ultima parte della cottura, insieme alla salsa di pomodoro e alle olive, è meglio che avvenga con coperchio chiuso, per assicurare una temperatura uniforme.

Una volta pronto, questo piatto può essere servito da solo oppure accompagnato da una teglia di patate al forno o al cartoccio, che potrete preparare mentre l’agnello cuoce lentamente nella salsa, sapientemente aromatizzata con erbe e aromi.


  • Per cucinare l’agnello alla cacciatora, cominciare tagliando l’agnello a pezzi di dimensioni simili, quindi sciacquare sotto un getto di acqua fredda e asciugare con un panno.

  • Lasciare i pezzi di agnello in attesa, affettare finemente la cipolla, il sedano e la carota.

  • Fare sciogliere il Burro Classico Galbani Professionale in un tegame capiente e poi aggiungere i 3 ingredienti, facendoli soffriggere per alcuni minuti.

  • Una volta appassite le verdure, aggiungere i pezzi di agnello e scottarli da entrambi i lati.

  • Dopo aver rosolato bene la carne, sfumare con il vino rosso e, una volta evaporato, aggiungere la salsa di pomodoro.

  • Dopo qualche minuto, unire le olive e il rosmarino e continuare la cottura coperta a fuoco dolce per 45 minuti.

  • Trascorso il tempo indicato, scoperchiare l’agnello alla cacciatora, aggiungere un pizzico di sale e di peperoncino e lasciarlo intiepidire appena prima di servire.